EGA Sistemi propone per gli impianti di riscaldamento centralizzati la possibilità di trasformazione in gestione autonoma della temperatura tramite un semplice sistema di contabilizzazione. La contabilizzazione del calore abbinata ad elementi di termoregolazione permette di regolare autonomamente la temperatura in ogni unità immobiliare suddividendo le spese secondo i singoli consumi e non più in base ai millesimi.

Da sempre attenta all’innovazione e alla ricerca, EGA Sistemi propone sistemi di contabilizzazione con prodotti di marca Siemens di cui è technical partner.

La proposta di EGA Sistemi ha contenuti innovativi e per certi versi sfata alcuni pregiudizi dei non addetti ai lavori. Come noto, la maggior parte dell’energia richiesta da un’abitazione viene impiegata per riscaldare gli ambienti. Si calcola che la possibilità di poter controllare autonomamente le proprie spese di riscaldamento comporta un risparmio energetico che va dal 20% a oltre il 35%. E’ altrettanto noto che la ripartizione dei costi di riscaldamento in base ai millesimi non è più la soluzione migliore: l’utente vuole pagare solo in funzione dei propri consumi. La suddivisione con i millesimi penalizza l’utente perché paga la quota di riscaldamento anche quando non è presente nell’abitazione, senza contare lo spreco di risorse per scaldare ambienti dove non è presente nessuno, o quando fa troppo caldo e si aprono le finestre: il contabilizzatore è una sorta di deterrente psicologico in quanto lo “spreco” non viene suddiviso in millesimi.

Tuttavia a questa esigenza in Italia si è risposto nel corso degli anni proponendo l’installazione di caldaie autonome per ciascun appartamento: una scelta perdente in termini energetici, di inquinamento e di sicurezza. La soluzione corretta è adottare un sistema in grado di unire i vantaggi dell’impianto centralizzato – rendimento termico superiore a quello di una caldaia individuale; costi di installazione e manutenzione inferiori ai costi relativi di tanti impianti monofamiliari; più sicurezza dovuta ai maggiori controlli di manutenzione periodici rispetto alle caldaie individuali – all’indipendenza di funzionamento di un sistema a caldaia autonoma.

LA LEGISLAZIONE

Da sottolineare che la contabilizzazione negli edifici residenziali è resa obbligatoria dalla delibera IX/2601 del 30/11/2011 e successive modifiche ed integrazioni con le seguenti tempistiche.

[…] prevede l’adozione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore per gli impianti termici a servizio di più unità immobiliari, al fine di favorire il contenimento dei consumi energetici attraverso la suddivisione delle spese per la climatizzazione invernale in base ai consumi effettivi di ciascuna unità. […]

Tipologia impianto

Data entro cui adottare le misure necessarie per la termoregolazione e contabilizzazione

Superiore a 350 kW

e installazione ante 1/8/97

1/8/2012

Maggiore o uguale a 116,4 kW

e installazione ante 1/8/98

1/8/2013

I restanti impianti

1/8/2014

Nei seguenti casi la data di adeguamento è prorogata all’1/8/2014:

- Impianti termici per i quali è avvenuto un cambio di combustibile dopo l’1/8/97;

- Impianti termici collegati a reti di teleriscaldamento dopo l’1/8/97;

- Impianti per i quali viene approvato un progetto di ristrutturazione complessiva che consente un miglioramento dell’efficienza energetica non inferiore al 40%.

Le sanzioni per chi non si adegua nei tempi e modi previsti dalla delibera sono elevate: da 500 a 3000 euro per ogni unità immobiliare (si applicano anche al proprietario o all’amministratore).

LA SCELTA DEL CONTABILIZZATORE

Un buon amministratore deve avere due obiettivi:

- Permettere la riduzione globale delle spese di riscaldamento

- Permettere a ciascun condomino di gestire autonomamente il proprio livello di comfort e far pagare in proporzione ai consumi.

EGA Sistemi aiuta nella scelta del sistema di contabilizzazione più idoneo alla tipologia di impianto presente e garantisce sempre la possibilità di contabilizzare:

- Impianti a distribuzione verticale (edifici vecchi fino alla fine degli anni ‘80) –> contabilizzazione indiretta

- Impianti a distribuzione orizzontale (edifici successivi agli anni ’90) –> contabilizzazione diretta.

CONTABILIZZAZIONE INDIRETTA

La contabilizzazione indiretta necessita di tre componenti:

- Ripartitore di consumi (uno per calorifero)

- Valvole termostatiche (una per calorifero)

- Antenne ricevitori (circa una ogni due piani).

La valvola termostatica viene installata al posto della vecchia valvola del radiatore e permette di regolare, per mezzo del sensore di temperatura incorporato, la temperatura ambiente desiderata e scelta dall’utente.

Il ripartitore di consumi conta il calore emesso dal radiatore in modo da dover pagare solo l’effettivo consumo.

In questo modo ogni utente ha il vantaggio che ad un minore consumo corrisponde una minore spesa per il riscaldamento come accade nei sistemi autonomi.

I dati del ripartitore di consumi vengono inviati via radio alla apposite antenne installate nei vani scala che ricevono e memorizzano i dati. La lettura dei consumi avviene dall’esterno dell’appartamento (senza disturbo per i proprietari) collegandosi direttamente alle antenne oppure grazie all’aggiunta di un gateway (GSM/IP) è possibile effettuare una tele-lettura dei dati garantendo il massimo rispetto della privacy del condominio.

CONTABILIZZAZIONE DIRETTA

Negli impianti a distribuzione orizzontale si hanno circuiti separati per ogni unità abitativa, in questo caso non si installano i ripartitori di calore su ogni radiatore, ma un solo contatore di calorie all’ingresso della derivazione dell’impianto di distribuzione di ogni unità. Il cantatore di calorie misura l’energia termica prelevata dall’impianto termico centralizzato e trasmette i dati via radio o tramite trasmissione Bus ad una centrale di raccolta dati (stesse caratteristiche delle antenne ricevitori).

VANTAGGI PER IL CONDOMINIO

Con i vecchi sistemi di riscaldamento centralizzati senza contabilizzazione, non potendo regolare la temperatura ambiente desiderata, vi è un’elevata asimmetria termica tra i vari appartamenti, e chi è soggetto ad un caldo eccessivo, non avendo la possibilità di chiudere i radiatori, è portato ad aprire le finestre. Ciò impedisce una corretta distribuzione del calore all’interno del condominio, soprattutto verso i piani alti, provocando un consumo inutile di energia. Con le valvole termostatiche invece, i condomini hanno la possibilità e sono incentivati a regolare la temperatura della propria abitazione intervenendo sulle valvole termostatiche. Sarà il condomino stesso che favorirà inconsapevolmente l’afflusso di calore a quegli appartamenti che ne hanno maggiore necessità. Si viene così ad ottimizzare la distribuzione del calore nell’edificio.

Chi passa in casa tutta la giornata non andrà a pagare di più rispetto al conteggio millesimale, ma pagherà comunque di meno sfruttando il minor consumo a livello di tutto il condominio (la bolletta generale del combustibile sarà infatti più bassa). Tutti trarranno vantaggi da un sistema riequilibrato sia in termini di comfort sia in termini di risparmio energetico ed economico.

Qualora in ogni singola unità immobiliare sia installato e funzionante un sistema di termoregolazione con la quale impostare i periodi di comfort ed economia (eventualmente abbinato alla contabilizzazione del calore) è possibile estendere la durata di attivazione dell’impianto centralizzato alle 24 ore (legge 10-91 e DPR 412 del 26.08.93), andando a facilitare chi occupa l’appartamento negli orari diurni, generalmente di sospensione del riscaldamento.

SERVIZIO POST VENDITA CHIAVI IN MANO – I VANTAGGI PER L’AMMINISTRATORE CONDOMINIALE

EGA Sistemi da sempre libera il cliente di qualsiasi incombenza amministrativa e burocratica dalla a alla zeta.

Alla contabilizzazione del calore EGA Sistemi associa l’esigenza di un servizio di post vendita che consiste in:

gestione e manutenzione del sistema

lettura dei consumi

ripartizione delle spese di riscaldamento.

Qualora l’Amministratore voglia effettuare lui stesso tali operazioni, guadagnando su tale operazioni, EGA Sistemi fornisce all’amministratore direttamente il software.

COME VENGONO CALCOLATE LE BOLLETTE?

Le spese relative ad un impianto di riscaldamento comprendono:

Spese gestionali: conduzione, manutenzione ordinaria, gestione amministrativa

Spese di esercizio: combustibile, energia elettrica a servizio del riscaldamento.

Queste vengono accorpate in un’unica voce e la suddivisione viene in linea di principio così effettuata:

Quota fissa: pari ad una percentuale fissa della spesa totale (normalmente compresa fra il 30 ed il 50%). La quota fissa rappresenta la dispersione energetica dell’edificio e viene approvata in assemblea di condominio (E’ consigliabile un’analisi energetica dell’edificio per la determinazione di tale quota). Questa quota viene poi ripartita fra i condomini in funzione delle quote millesimali di potenza.

Quota a consumo: la rimanente parte della spesa viene poi ripartita in parti proporzionali al consumo individuale misurato.

COSTI

Il costo della contabilizzazione si aggira attorno ai 100-120 € a radiatore. Per i servizi di analisi dei dati, in base alla tipologia di contabilizzazione installata si avrà 3-5 € a radiatore per elaborazione eseguita (1 o due volte all’anno).

EGA Sistemi propone dai semplici impianti di contabilizzazione con valvole termostatiche manuali ai più complessi sistemi composti da cronotermostati ambiente e attuatori-regolatori (al posto delle semplice termostatiche) che consentono un ulteriore risparmio e rendono il sistema completamente automatico dando anche la possibilità di una programmazione oraria del funzionamento dell’impianto di riscaldamento per ogni unità abitativa rendendo completamente autonomo un sistema centralizzato. 

Offerte